Presidente

fotomariaritagismondoMaria Rita Gismondo è nata a Catania, dove ha conseguito la laurea in Scienze Biologiche e, successivamente, quella in Medicina e Chirurgia ed ottenuto il diploma di Specialità in Microbiologia e Virologia.

E’ Professore Associato di Microbiologia dal 1987, prima all’Istituto di Microbiologia, Corso di Laurea in Odontoiatria, dell’Università di Catania, poi alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Milano. Inoltre, è direttore del Laboratorio di Microbiologia Clinica del Polo Universitario Azienda Ospedaliera “L. Sacco” di Milano, laboratorio di riferimento nazionale per bioterrorismo, Sars e BSL 4, e dal 2008, per ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri, struttura di riferimento in caso di emergenza infettivologica in occasione del 150° anniversario dell’unità d’Italia e dell’Expo 2015. Sotto l’egida dell’International Society of Chemotherapy è stata responsabile dell’organizzazione scientifica del convegno biennale internazionale “Resistance of Antimicrobial Agents”.

Maria Rita Gismondo ha pubblicato oltre 240 lavori scientifici su riviste nazionali e internazionale nei campi di batteriologia clinica, probiotici, chemioterapia e meccanismi patogenetici dei microbi. E’ membro di diverse società scientifiche nazionali ed internazionali. E’  citata nel Who’sWho in the World, Who’sWho in Science and Health and Who’s Who in Engeineering.

Nel 2005 è stata premiata con l’Ambrogino d’Oro in qualità di direttore del Laboratorio di Microbiologia Clinica del Polo Universitario Azienda Ospedaliera “L. Sacco” di Milano e, successivamente, è stata insignita del Woman of Achievement 2007 e, nel 2009, le è stato conferito il Premio “Rosa Camuna” da parte della Regione Lombardia. E’ stata, altresì, nominata rappresentante del Ministero dell’Università nel Consiglio di amministrazione della Fondazione Smith Kline.

In memoria del collega microbiologo norvegese Tom Bergan, ha fondato il Centro Studi Tom Bergan, impegnato nella promozione di iniziative culturali scientifiche, tra cui “Donna in Salute” e lo “Sportello Unico per gli anziani”. Nel 2005 ha fondato la “Fondazione Donna a Milano Onlus” di cui è presidente.

Attualmente, leader di progetti europei, in qualità di esperto nell’ambito del bioterrorismo, partecipa a diversi tavoli internazionali, fra questi Nazioni Unite in ambito della Conferenza per il disarmo dalle Armi Biologiche.